Bolivia: Cane accoltellato a morte per avere difeso la sua famiglia

Si chiamava Thunder, il pastore tedesco accoltellato a morte in Bolivia per aver cercato di difendere la sua famiglia umana da un’aggressione. La notizia è stata riportata negli scorsi giorni dall’associazione animalista SchnauziLa proprietaria di Thunder, la signora Claudia Martinez, stava rientrando nella sua abitazione dopo aver fatto compere in compagnia del suo cane, come sempre, quando è stata improvvisamente aggredita da un vicino di casa armato di coltello.

Thunder si è frapposto tra l’aggressore e Claudia, nel tentativo estremo di difenderla, e incassando al suo posto tre fendenti che gli sono stati letali. La donna ha tentato in qualche modo di fermare la brutale violenza, ma Thunder è stato comunque colpito ed è morto poco dopo a causa della copiosa emorragia.

L’assassino è stato individuato e fermato da altri residenti della zona e, successivamente all’intervento delle forze dell’ordine, trasportato nella prigione di La Paz, in Bolivia. Sfortunatamente – ma non sorprendentemente – il Pubblico Ministero chiamato a condurre il caso avrebbe dichiarato senza mezzi termini di aver cose più importanti da fare che difendere gli animali.

Pertanto Jaime David, l’aggressore, è stato rilasciato,Thunder, invece, a casa sua non tornerà mai più. Un video mandato in onda dalla TV boliviana e pubblicato dall’associazione animalista locale Animales S.O.S, può essere visto a questo link.

Il luogo dell’aggressione