Cuccioli inchiodati su ferrovia: scandalo in USA

Una notizia allarmante proviene dagli Stati Uniti, dove alcuni cuccioli sarebbero stati inchiodati al bordo di una ferrovia da malintenzionati a tutt’oggi ignoti. A rivelarlo sono i volontari di Humane Society, i quali hanno salvato tre piccoli cani tutti riportanti le medesime ferite alle zampe.

L’episodio scioccante è avvenuto nei pressi di Albany, nello stato di New York, dove tre cuccioli di Pitbull sono stati rinvenuti da un dipendente delle ferrovie. Gli animali presentavano ferite infette molto profonde alle zampe posteriori, tanto che in un paio di casi si è resa necessaria l’amputazione. Soccorsi da Humane Society, si pensa che le zampe possano essere state legate – o addirittura inchiodate – ai binari, non è dato sapere per quale motivo preciso. Si ipotizza un gioco di macabro gusto o, cosa più probabile, a un tentativo senza scrupoli di abbandono dagli animali: impossibilitati a divincolarsi, sarebbero presto stati uccisi dal primo treno di passaggio. Così ha commentato Brad Shear, direttore esecutivo di Humane Society:

«Tutti e tre i cuccioli presentano le stesse ferite alla zampa destra posteriore, la zampa di un cane è inoltre stata completamente recisa. Questo non può succedere per semplice incidente. Ipotizziamo che qualcuno abbia inchiodato gli animali alla ferrovia, sulle traverse di legno, sebbene non lo si possa affermare con certezza

Il fatto, risalente allo scorso settembre, porta però con sé una buona notizia. Proprio in questi giorni, infatti, il cagnolino che ha subito l’amputazione di parte dell’arto ha ricevuto una protesi per ritrovare l’equilibrio e godere di movimenti agevoli, cosa che non mi sento affatto d’augurare all’autore/i di questo spregevole e macabro atto!