Dalmata veglia il suo padrone travolto da un treno, forse, mentre cercava di metterlo in salvo

Il legame d’amore tra un cane e il suo padrone è veramente qualcosa di speciale che va oltre la morte. Un bellissimo dalmata è rimasto a vegliare il corpo senza vita del suo proprietario, morto vicino ad un piccolo attraversamento dei binari a Capralba, in provincia di Cremona.
L’uomo, intorno alle 10 di martedì, stava facendo una passeggiata con il suo cane e, dopo aver percorso uno stretto sentiero in un tratto isolato della zona, pare abbia attraversato i binari e non si sia accorto dell’arrivo del treno.


Dopo una prima ipotesi di suicidio, ora esclusa, l’anziano, si pensa, potrebbe essere stato travolto dal treno nel tentativo di recuperare il proprio cane sfuggito al suo controllo.
Le prime ricostruzioni riportano che l’uomo sarebbe deceduto all’istante dopo un forte colpo alla testa (come testimonierebbero le numerose ferite al volto). Il cane dalmata non ha riportato alcun danno ed è stato trovato mentre piangeva accanto al corpo straziato del proprietario, che ha cercato di proteggere persino dagli uomini della squadra di soccorso, ai quali, ringhiando, ha impedito di avvicinarsii restando accucciato vicino ai resti del padrone.

Per portare via il cane è stato richiesto l’intervento di un veterinario che, con molta delicatezza, è riuscito ad avvicinarsi al dalmata e ad allontanarlo dal corpo del padrone  senza però che smettesse di guardare con gli occhi fissi il proprietario mentre veniva caricato in ambulanza.
L’animale è stato trasportato all’”Allevamento Pensione Casa Biondi” a Campagnola Cremasca. Ma, fortunatamente per lui, ne avranno cura i parenti della vittima passati a prenderlo il pomeriggio stesso dell’incidente. Poteva essere diversamente con un cane così tenero e leale?