Doggy Christmas: Pericoli sotto l’albero

Il Natale è alle porte e fra i proprietari di cani vi è un unico, condiviso, pensiero: mettere in sicurezza la casa. Sì, perché Natale è un periodo di luci, colori e addobbi che si traducono in un iper-entusiasmo in Fido, con effetti potenzialmente nefasti.

Natale significa leccornie, dolci in abbondanza, alberelli, presepi, palline e lucine multicolori: un parco giochi per il nostro amico a quattro zampe. Ecco, allora, alcuni consigli per trascorrere il 25 dicembre in tranquillità anziché in una clinica veterinaria per un’intervento d’urgenza:

  • Albero di Natale: Di fronte a un rigoglioso alberello, Fido potrebbe essere spinto a marcare il territorio con i suoi bisognini. In commercio esistono degli spray atossici, ma dall’odore repellente, affinché il cane desista dal confondere l’abete con il parco vicino casa;
  • Cibo: durante le feste si mangia di più e si scelgono cibi insoliti, soprattutto dolci. E il cane, con tutta probabilità, vorrà la sua parte ottenendola con modi leciti o illeciti. Non bisogna scendere a compromessi, nemmeno se Fido si prodigasse in quel tipico sguardo a cui non si può dire proprio di no: cioccolato, torte al caffè, uvetta e panettone sono dannosi per l’animale;
  • Stella di Natale: questa meravigliosa pianta dalle foglie rosse è da sempre l’ornamento classico per le tavole del 25 dicembre. Purtroppo, è anche un fiore estremamente tossico se ingerito dai cani. È meglio quindi rinunciarvi o, in alternativa, riporre i vasi su mobili molto alti affinché Fido non possa raggiungerli;
  • Decorazioni e lucine: palline, statuine del presepe e altri addobbi attirano la curiosità del cane, che potrebbe decidere di masticarli come fossero dei giocattoli. Meglio allora scegliere decorazioni in feltro, gomma o carta anziché vetro e plastica, accertandosi siano verniciati con colori atossici. Le lucine, invece, sono un pericolo costante: il cane potrebbe mordere i cavi prendendo, così, la scossa. In commercio vi sono molti copricavi a prova di morso, dallo spessore sufficiente affinché i denti non raggiungano la parte elettrificata;
  • Regali sotto l’albero: con un cane in casa, è meglio non lasciare pacchi regalo sotto l’albero. I colori, i fiocchi brillanti e la forma possono suscitare in Fido l’irresistibile voglia di giocarci, trasformando così il costoso smartphone da regalare ai figli in un mucchietto di masticata plastica;
  • Visitatori: non tutti i cani sono felici di vedersi la casa – il loro territorio – invaso da parenti e sconosciuti. Le reazioni potrebbero essere in alcuni casi molto aggressive, a seconda del carattere dell’animale. Se il cane in questione non si dimostrasse particolarmente socievole, è meglio trasferirlo in una stanza isolata della casa alla prima avvisaglia. Non bisogna attendere che azzanni la caviglia della suocera, è necessario intervenire già al primo ringhiare.