I cani predicono il meteo

I cani hanno una sensibilità innata verso il futuro: leggenda vuole che sappiano predire eventi terribili come i terremoti o, più semplicemente, siano in grado sfuggire a un acquazzone in arrivo. Quello che i miti popolari hanno sempre ipotizzato, però, sembrano ora trovare una vaga conferma scientifica: i cani sono in grado di anticipare le condizioni atmosferiche.

Ad affermarlo è Brian Underwood, ricercatore di biologia alla SUNY ESF, convinto che gli animali possano comprendere con largo anticipo il meteo. A quanto pare gli animali, e in particolare i cani, sarebbero dotati di strutture biologiche in grado di predire il clima sia nel breve che nel lungo periodo.

“Credo vi sia della probabile verità – un minimo – sulla loro capacità di predire il meteo. Molti animali, ad esempio, presentano sul capo un’apposita ghiandola che tiene traccia dell’esposizione al sole.”

Questo sistema di verifica della durata e della temperatura della luce solare funziona come un campanello d’allarme: grazie a questo sensore biologico, infatti, gli animali riescono a comprendere in che stagione si trovino per regolare la crescita e la perdita del loro manto. Si tratta di un processo che coinvolge non solo aspetti fisiologici di questi esemplari, ma che determina anche precise reazioni psicologiche. I cani, ad esempio, tendono a cambiare umore anticipatamente in correlazione al cambio delle stagioni o di un semplice tempaccio.

Ovviamente, Fido non potrà affatto predire le condizioni atmosferiche e la temperatura con cadenza giornaliera, ma si tratta piuttosto di un cambiamento di medio periodo. Tuttavia, nonostante l’assenza di una precisione oraria, i cani non sembrano affatto mancare una previsione, a differenza della meteorologia ufficiale. Di conseguenza, se il vostro cane dovesse mostrarsi più irritato o depresso del solito, potrebbe essere in arrivo un mese di noiose piogge.

Via