Prevedere i terremoti: gli animali possono?

Da secoli le cronache riportano notizie davvero straordinarie sul comportamento osservato in animali domestici (come cani, gatti, uccelli, serpenti, topi, cavalli, mucche e tanti altri ancora) prima di un terremoto. Da qualche ora prima fino a qualche giorno prima.

 

Ricordiamo che non c’è ancora nulla di scientifico, e che in molti casi la nostra fantasia ci può giocare dei brutti scherzi, anche se non ci sarebbe nulla di impensabile nell’ipotizzare che gli animali possano captare i segnali premonitori dei terremoti.

 

Siamo a conoscenza che molti animali dispongono di una sensibilità uditiva maggiore alla nostra.                                                                                                                                Infatti l’uomo è in grado di udire suoni con una frequenza dai 16.000Hz ai 20.000 Hz (hertz).                                                                                                                                            Al di sotto dei 16.000 Hz si parla di infrasuoni, mentre al di sopra dei 20.000 Hz parliamo di ultrasuoni.

I cani sono in grado di udire suoni con frequenze fino ai 60.000 Hz, mentre i gatti raggiungono i 70.000 Hz.

Quindi le piccole scosse che precedono un terremoto potrebbero essere percepite da cani, gatti e altri animali, sotto forma di schiocchi e sibili ad elevate frequenze impercettibili dall’uomo. Ovviamente però ricordiamo che, per quanto siano sensibili le orecchie dei nostri amici animali, non sono paragonabili alle varie attrezzature di cui disponiamo come ad esempio i sismografi.

Naturalmente esistono anche altri parametri ambientali che possono mutare nelle ore antecedenti un sisma, oltre alle piccole scosse provocate dallo spostamento della crosta terrestre. Per fare un esempio, i cani essendo molto sensibili agli odori, potrebbero percepire le piccole quantità di gas intrappolate nelle rocce del sottosuolo che con le fratture e deformazioni della crosta terrestre possono fuoriuscire.

 

In svariati casi gli osservatori hanno riportato anomalie nei comportamenti di cani e gatti prima di un terremoto come cani che abbaiano a sproposito e gatti che impauriti si nascondono o rifiutano la ciotola del latte, ma questi sono anche comportamenti che normalmente non destano particolare interesse e di conseguenza non vengono nemmeno ricordati in una qualunque giornata.

 

Sono stati segnalati anche comportamenti insoliti da parte di rane, serpenti, e topi.   Proprio come è successo nelle ore antecedenti il catastrofico terremoto in Cina del Maggio 2008, con una grandissima quantità di Rospi che attraversarono le strade a Minyang. Qualche ora a seguire ci fu il terremoto che tutti noi ricordiamo.

 

Voi che ne pensate? diteci la vostra!!!